Uomini e Donne: da PezzoDiCuore

0

Tanto per cambiare un pranzo tra colleghi diverso. Cioè la sottoscritta e tre maschi.

Mi siedo a tavola intenzionata a fare la spettatrice defilata, avendo già appreso da tempo che a differenza delle donne, gli uomini quando parlano, lo fanno ciascuno per conto proprio. Nessuno domanda agli altri, ma ciascuno segue il proprio filo logico.

All’inizio tutto come da copione. Non conoscendosi ancora bene tra loro si parte con i classici: tecnologia, automobili, lavoro, e poi non mi vengano a dire che Freud esagerava, quando vedeva simboli fallici dappertutto.

Dopo aver stabilito che tutti sono i più bravi, i più forti e ne sanno più degli altri, si cambia argomento. Il maschio si avventura in terreni non suoi e comincia a disquisire di cucina e di vita domestica.

È divertente notare come l’uomo che vive solo per necessità creda, facendo la massaia, di aver scoperto l’acqua calda.

Mi sono quindi sorbita i nostri esimi dirigenti che si consigliavano a vicenda se fossero meglio le penne lisce o rigate e in quale supermarket della zona si trovavano i pomodori migliori. Grandi chef non ci si improvvisa e scopro così che l’amatriciana secondo qualcuno è semplicemente la carbonara con il pomodoro al posto dell’uovo. D’altra parte se hai studiato all’università dei 4 Salti in Padella, anziché del Cucchiaio d’Argento, già ti meriti un bel 7+.

Ricordandosi ogni tanto che ci sono anche io, dopo aver fatto la classifica di tutte quelle con cui si farebbero un giro, mi coinvolgono come merito, chiedendomi se conosco una brava donna delle pulizie.

Va precisato, che presi singolarmente o in gruppi misti, i suddetti sono molto più divertenti, perché meno costretti a fare i machi. Ma mettete insieme un po’ di uomini che si devono prendere le misure tra loro e subito gli viene la sindrome della clava.

Io comunque ho puntualizzato che lisce o rigate, dipende dal sugo e mi sono ripromessa che la prossima volta avrò un impegno irrinunciabile. Con un panino alla scrivania.

Leave A Reply

Per dimostrare che non sei un programma automatico che genera spam, rispondi a questa domanda

I cookie ci aiutano a fornire i servizi erogati dal nostro sito web. Alcune pagine utilizzano cookie di profilazione di terze parti. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di naturadonna. Più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close