Una giornata allo zoo, agosto 2001

0

Il fatto è che sono pigra. Pigrissima!

Parlo sempre di viaggi lontani ma, alla fine, mi va bene che restino un desiderio… e una giornata allo zoo, d’estate, non è poi male.

Continuo ancora a stupirmi della varietà di forme e colori che la natura ha saputo pensare. Continuo a divertirmi nel veder sfilare una galleria di esseri strani, talvolta grotteschi: alcuni hanno occhi enormi, altri bocche piccolissime, qualcuno sa cantare, altri corrono veloci… e c’è anche chi non sa fare niente.

Però è triste pensare che proprio loro, l’icona della libertà e dell’indipendenza, siano costretti in spazi affollati, assoggettati a regole ed orari più severi dei miei.

Sarà anche misero rivalutare la propria situazione alla luce delle disgrazie altrui, ma a me serve… mi fa pensare che, in fondo in fondo, non me la passo poi tanto male qua…

… e poi i lemuri, qui accanto, hanno la gabbia più buia della mia.

Agosto 2001

Leave A Reply

Per dimostrare che non sei un programma automatico che genera spam, rispondi a questa domanda

I cookie ci aiutano a fornire i servizi erogati dal nostro sito web. Alcune pagine utilizzano cookie di profilazione di terze parti. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di naturadonna. Più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close