L’Acerola, dalla natura un’amica contro l’influenza

0

L’Acerola, un interessante aiuto dalla natura per mantenere in buono stato le difese immunitarie, grazie alle grandi quantità di vitamina C, si rivela particolarmente utile per affrontare la stagione invernale.

Acerola (Malpighia punicifolia): proprietà antiossidante/antiradicalica. Inoltre proprietà immunostimolante, antianemica.
Habitat: tipica della zona caraibica e del Brasile, è coltivata in altri paesi a clima temperato caldo.
Parte utilizzata: i frutti, che sono simili alle nostre ciliegie.
Preparazioni farmaceutiche consigliate: estratto secco nebulizzato e titolato in vitamina C (fino al 25%). Il dosaggio giornaliero consigliato va da 5 a 7 mg. per kg. di peso corporeo, suddivisi in due somministrazioni preferibilmente lontano dai pasti.
Composizione chimica: è una pianta molto ricca di acido ascorbico (vitamina C), accompagnata da altri acidi organici. Importante è il contenuto di flavonoidi e soprattutto di antocianidine.
Proprietà terapeutiche: la vitamina C , solubile in acqua e termolabile (ossia disattivata dal calore) risulta essenziale in molti processi ossidativi, come per esempio la sintesi del collagene e della carnetina, oltre a favorire l’assorbimento intestinale del ferro.


In associazione con vitamina A, vitamina E e selenio, possiede inoltre una buona azione antiossidante, che risulta presente in maniera consistente nella forma naturale estrattiva ma assai meno in quella sintetica.raffreddore-influenza-acerola-rimedi-naturali
La vitamina C è importante anche per le funzioni del sistema immunitario, in quanto favorisce il buon funzionamento delle cellule preposte alla difesa del nostro organismo dalle infezioni. Una particolare attenzione all’integrazione di vitamina C deve essere posta dai fumatori e da chi fa uso di alcool, in quanto sia fumo che alcool riducono i livelli di questa vitamina e abbassano di conseguenza il livello delle difese immunitarie dell’organismo.
Ricordiamo inoltre che le riserve di vit.C si esauriscono rapidamente sotto sforzo, per cui è importante che chi fa sport ne assuma in buone quantità per integrarne la dispersione.
La sua RDA, ovvero dose giornaliera raccomandata, è di 45-50 mg al giorno nel bambino e di 60-75 mg al giorno nell’adulto. La più importante fonte naturale è costituita dalla frutta, in particolare agrumi, fragole e kiwi, ciliege, verdure crude.

Effetti collaterali: nessuno degno di nota.
Interazioni con farmaci: nessuna rilevante.
Dati tossicologici: non tossica nemmeno a dosi molto elevate. Può essere usata in gravidanza, durante l’allattamento e in età pediatrica

Leave A Reply

Per dimostrare che non sei un programma automatico che genera spam, rispondi a questa domanda

I cookie ci aiutano a fornire i servizi erogati dal nostro sito web. Alcune pagine utilizzano cookie di profilazione di terze parti. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di naturadonna. Più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close