La ricetta della SANGRIA: ed è subito festa!

0

Avete voglia di preparare un’ottima SANGRIA per i vostri amici? Ecco la ricetta per preparare la famosa bevanda dissetante che è oramai diventata sinonimo di festa e di estate!
La Sangria e’ una tradizionale bevanda spagnola a base di vino, frutta, zucchero e spezie che viene consumata fredda e solitamente fuori dai pasti.

La SANGRIA e’ un drink rinfrescante dall’aroma dolce e fruttato che generalmente viene servito durante la stagione estiva nella “jarra” (una caratteristica caraffa munita di cucchiaio di legno che serve a non far cadere la frutta nei bicchieri quando si versa).

Il termine Sangria deriva da “sangre“, che significa sangue, proprio a richiamare il caratteristico colore rosso molto intenso della bevanda. Esiste anche una versione di Sangria chiara, meno diffusa, preparata sostituendo il vino rosso con vino bianco o spumante.
Il tasso alcolico della Sangria puo’ variare notevolmente a seconda delle modifiche che possono essere apportate in base ai gusti personali ed alle diverse ricette: la sostituzione degli agrumi con Cointreau o Grand Marnier, per esempio, rende la Sangria naturalmente più alcolica, mentre l’aggiunta di acqua minerale gassata o soda rende invece la bevanda piu’ dolce e meno alcolica.

Vediamo quindi come preparare la Sangria grazie ad una ricetta semplice e gustosa:

Ecco la ricetta della SANGRIA

INGREDIENTI per 4 persone:

  • 1 litro di vino rosso secco (Cabernet, oppure Merlot, Tocai, Merlot, Barbera, Chianti, Sangiovese).
  • 40 ml. di rum
  • 40 g. di zucchero raffinato
  • 1 stecca di cannella (non utilizzate cannella in polvere, altrimenti la Sangria diventa torbida!)
  • 1 arancia
  • 1 mela
  • 1 pesca gialla
  • 1 limone
  • 4 chiodi di garofano

Preparazione:

  • Lavare e sbucciare la pesca e la mela, tagliandone la polpa a cubetti. Versare i cubetti in una terrina e aggiungere il rum e lo zucchero, mescolando accuratamente fino a che lo zucchero non sarà completamente sciolto. Lasciare riposare per circa un’ora per fare insaporire il composto.
  • Nel frattempo lavare l’arancia ed il limone, quindi sbucciarli in modo da eliminare la parte bianca della scorza (che renderebbe amara la bevanda) e tagliarli a fette sottili. Versare il vino in una grande caraffa aggiungendovi 4-5 fettine di arancia, 2 fettine di limone, la stecca di cannella e i chiodi di garofano; lasciare insaporire il tutto per circa un’ora.
  • Trascorso il tempo indicato, eliminare le spezie dalla caraffa e versarvi tutto il contenuto della terrina (il composto di rum, zucchero, pesca e mela)
  • Lasciare aromatizzare la sangria in frigorifero per 3-4 ore, quindi servirla in bicchieri ampi in cui andranno aggiunti alcuni cubetti ghiaccio.
    La Sangria puo’ essere gustata anche il giorno dopo, purche’ la frutta venga eliminata dopo le quattro ore di riposo in frigorifero (per evitare che si sfaldi e comprometta il gusto della bevanda).

Buona Sangria! … e buona festa!

Leave A Reply

Per dimostrare che non sei un programma automatico che genera spam, rispondi a questa domanda

I cookie ci aiutano a fornire i servizi erogati dal nostro sito web. Alcune pagine utilizzano cookie di profilazione di terze parti. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di naturadonna. Più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close