Il Paradiso? In biblioteca

1

IL PARADISO? IN BIBLIOTECA. Così ha risposto Borges durante un’intervista molti anni fa.

Spero davvero sia così. I libri sono la nostra finestra sul mondo, la nostra agenzia viaggi a chilometri zero.

Ci fanno scoprire curiosi di curiosità mai immaginate e ci fanno sentire affini anche a chi ci è sconosciuto.

Ricordo ancora dieci anni fa, il mio stupore, mentre aspettavo un volo notturno all’aeroporto di Shanghai ed ho realizzato che su 5 passeggeri in attesa, eravamo in 4 a leggere il primo (leggero) Harry Potter, quando ancora in Italia era ancora solo l’ennesimo libro per bambini.

Ho desiderato a lungo visitare il Giappone, affascinata dalle scorribande alimentari notturne dei personaggi di Banana Yoshimoto ed appena atterrata a Tokio la prima cosa che ho chiesto è stata di andare a mangiare. Andava bene anche il take-away di un centro commerciale, purché potessi finalmente gustare i sapori che avevo a lungo immaginato.

La lettura non è solo una passione innata, ma un piacere a cui si può essere educati. PdC fino ai tre anni credeva che la tv fosse un soprammobile, e non solo perché la mamma avrebbe preferito pascolare yak in Siberia, piuttosto di vedere i Teletubbies. La lettura costringe la mente a trovare sempre la propria versione di immagini che vengono solo descritte e questo è un esercizio fantastico perché senza fantasia non esiste il desiderio, cosa puoi sognare se non sai fantasticare?

Leggere un bel libro fa sembrare tutto possibile, fa sentire vicino ciò che è lontano.

Qualche tempo fa PdC mi ha comunicato che spera di diventare ricco da grande, perché ha letto un libro sugli Egizi (comprato con le sue mancette) e vorrebbe poter fare l’archeologo e fare una scoperta come la tomba di Tutankamon.

Non è un bel sogno? La vita è un’avventura, e conta più il viaggio dell’arrivo a destinazione.

Discussion1 commento

  1. E’ vero!!! sono d’accordissimo!!! Leggere arrichisce la mente e soprattutto ti mette di buon umore. Io saccheggio letteralmente le biblioteche, amo tanto Zafon e leggo molti manuali di fitness e benessere. Ma sono ancora molti che non conoscono questo piacere della vita. A me i libri hanno salvato dalla depressione a causa della perdita del lavoro, ho occupato il tempo cosi’ e tutte le informazioni che ho letto mi son servite a trovar un lavoretto, quello di gestire un blog!!!

    A proposito io non amo molto e-book e cose del genere, non ci sarebbe piu’ il piacere di sfogliare un libro e sentire l’odore di stampa!!! ciao!!!

Leave A Reply

Per dimostrare che non sei un programma automatico che genera spam, rispondi a questa domanda

I cookie ci aiutano a fornire i servizi erogati dal nostro sito web. Alcune pagine utilizzano cookie di profilazione di terze parti. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di naturadonna. Più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close