Il Danno: da PezzoDiCuore

0

Quando ho letto il romanzo di Josephine Hart la prima volta, non ci ho pensato subito. Forse perché ero ancora davvero giovane e possedevo ancora quella famosa “verginità sentimentale” di cui parlavamo poco tempo fa.

Non molto tempo dopo ho visto il film e già allora, ho sottolineato mentalmente nel mio libro passaggi diversi da quelli evidenziati la prima volta. Non solo perché ero distratta da Jeremy Irons, sia inteso, ma perché il fiume aveva cominciato a scorrere, e come sanno quelli che hanno studiato più di me, il suo corso è inarrestabile.

Allora mi si è impressa nella mente la pagina 36:

“Tutte le persone danneggiate sono pericolose. E’ la sopravvivenza che le rende tali”

“Perché?”

“Perché non hanno pietà. Sanno che gli altri possono sopravvivere, come loro”.

Non importa che danno hai subito, fa senz’altro differenza l’entità e chi ti ha inflitto il danno.

A volte te lo aspetti, altre lo sai già, spesso arriva da chi non poteva che proteggerti.

Ma c’è un momento preciso, in cui si arriva a capire che nessuno può più farci davvero male, perché si è corazzati.

Non è detto necessariamente che sia meglio così, anzi spesso questi sentimenti coincidono con un senso di disillusione che toglie un po’ di magia e di stupore ai nostri risvegli mattutini. Può essere un prezzo equo da pagare, in cambio di meno sofferenza, oppure può essere un prezzo troppo alto, queste sono scelte soggettive. Anche non-scelte.

Può voler dire che non sei più adatto a stare con nessuno, oppure che puoi stare con chiunque, ovvero il rovescio della stessa medaglia.

Questo è uno di quei casi in cui il cerchio può non quadrarsi mai. Oppure in cui la domanda a volte conta più della risposta.

 

Leave A Reply

Per dimostrare che non sei un programma automatico che genera spam, rispondi a questa domanda

I cookie ci aiutano a fornire i servizi erogati dal nostro sito web. Alcune pagine utilizzano cookie di profilazione di terze parti. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di naturadonna. Più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close