Chick Lit: da PezzoDiCuore

0

Come si fa a non scrivere di pene d’amore? L’ispirazione l’altro giorno alla coop.

Unendo la voglia di leggerezza dopo questo recente periodo difficile (che dura circa da dieci anni…) alle offerte al reparto libri, mi sono detta che questi testi per pollastrelle tanto male non devono essere. Perciò ho preso un paio di libri di Federica Bosco, che probabilmente non vincerà il Nobel per la letteratura, ma senz’altro avrà un conto in banca più felice del mio.

Il primo è un romanzo, narra le storie di una poveretta alla ricerca della felicità, a cui succede di tutto, praticamente la storia della mia vita, sono passata, credo, attraverso quasi tutte le esperienze forti che una, o anche più persone possono vivere in vita propria, se riesco ad andare in prigione ho fatto l’en plein.

Ma non parliamo di me.

Ragazze, ho due notizie. Prima la cattiva? Prima la cattiva: l’happy end nella vita gli autori se lo sono dimenticati. Quella buona? Alla fine si sopravvive a tutto, o quasi. E sapete perchè?

Leggendo il secondo libro, un manuale che insegna a trovare rapidamente il principe azzurro senza baciare prima troppi rospi, appare, chiaro e lampante che se soffriamo è perchè commettiamo errori banali, o sempre gli stessi errori, che poi è la stessa cosa.

Risparmiatevi perciò anni di analisi ed investite questi pochi euro, tanto le risposte sono le stesse. Non solo per il mal comune. mezzo gaudio, non solo perchè uomini e donne sono degli stereotipi viventi e infondo va bene così, che noi ci lamentiamo sempre per gli stessi motivi e loro continuino a darci sempre gli stessi motivi per lamentarci. E viceversa.

In ogni caso, non entrerò all’Accademia della Crusca, ma qualche risata (anche amara, perchè no?) leggendo me la sono fatta.

Non dimentichiamolo, anche ridere è una cosa seria.

Leave A Reply

Per dimostrare che non sei un programma automatico che genera spam, rispondi a questa domanda

I cookie ci aiutano a fornire i servizi erogati dal nostro sito web. Alcune pagine utilizzano cookie di profilazione di terze parti. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di naturadonna. Più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close