Alla ricerca della quotidiana regolarità

0

Qualche giorno fa disquisivo con PezzoDiCuore di pubblicità ingannevole ed iperboli. Tutto nasce dalla sua indignazione per la pubblicità martellante di quel prodotto spray con la confezione viola. Tante domande si affollano alla sua piccola mente:

“Ma come si fa ad avere la casa così sporca?”

“Se uno rovescia il caffè, pulirà il fornello almeno una volta alla settimana”

“Ma la doccia non la usano mai, perché si pulirebbe anche per sbaglio quando si lavano”

E poi la domanda delle domande:

“Ma non si vergognano a far vedere in tv che hanno la casa così sporca?”

La maggior parte degli spot pubblicitari sono davvero un insulto alla media intelligenza umana, se anche un bambino di 8 anni si accorge della loro inconsistenza. Ovviamente la mamma ha spiegato che il fondamento della pubblicità è che si deve esagerare e tendenzialmente promettere l’impossibile (ho introdotto anche brevi cenni alla politica ed alle campagne elettorali – ma poi ho preferito soprassedere essendo questi, come lo sport e la religione, argomenti che si prestano facilmente alla rissa e non volendo istigare l’animo già polemico ad oltranza di pdc) ma Ciccio non era del tutto soddisfatto della spiegazione, nonostante fosse d’accordo sul fatto che se lo spray pulisse come tutti gli altri, non ci sarebbe motivo di preferirlo ad un altro.

…continua sotto…

Affascinato dalle teorie sulla persuasione e sul marketing, da quel giorno pdc ha iniziato l’istruttivo esercizio quotidiano di analisi della pubblicità in tv.

Vi risparmierò la facile e scontata ironia sulle amiche introverse della soubrette bionda, che si tengono tutto dentro. O l’equivoco (?) di quei maschi e femmine che hanno scambiato per collutorio la lavanda – ma da quando in qua se ti gratti tutto il giorno, non solo hai voglia di uscire la sera, ma te ne vanti pure con le amiche? Soprassederò sull’incomprensibile felicità mattutina delle famiglie a colazione, quando di solito a casa mia si grugnisce e si mugugna, non si vuole uscire né dal letto né dal pigiama, ed alla domanda “ti sei lavato i denti?” Pippo risponde scocciato “ma li ho già lavati ieri!”.

Leave A Reply

Per dimostrare che non sei un programma automatico che genera spam, rispondi a questa domanda

I cookie ci aiutano a fornire i servizi erogati dal nostro sito web. Alcune pagine utilizzano cookie di profilazione di terze parti. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di naturadonna. Più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close