ACCIAIO di Silvia Avallone

1

L’opera prima di quest’autrice esordiente ha avuto pareri controversi.

C’è chi ha paragonato Acciaio addirittura al Giovane Holden di Salinger, chi l’ha stroncato considerandolo un Moccia finto-impegnato. Io credo sia soprattutto un bel romanzo.

Che parla ad esempio di amicizia, quell’amicizia forte e solida che a volte si incrina per un equivoco mai davvero chiarito, ma che si può ritrovare anche senza bisogno di troppe spiegazioni.

L’ambientazione è suggestiva e poco importa che non sia la fedele ricostruzione di Piombino, dove si svolge la storia, non è difficile immaginare e respirare il grigiore dell’inesistente via Stalingrado, simile a tante altre periferie; le vite normali eppure eccezionali che si srotolano in un’epoca che sembra indefinita; se non fosse per i riferimenti che ogni tanto l’autrice semina qua e la e che ci fanno capire che siamo nel 2000, a volte sembra siano gli anni 70, a volte sembra oggi.

I personaggi a volte sono carichi e stereotipati. Le ragazze se sono belle, sono strepitose, se sono brutte sono irrimediabilmente sgradevoli. Le storie sono estreme, le gravidanze adolescenti, la droga consumata come fosse acqua, i padri e le madri sbagliano senza quasi appello.

Ma Acciaio parla anche di lavoro. Sembra di sentirla addosso la polvere dell’acciaieria che non si lava mai del tutto, la fatica ed il sudore di un lavoro reale sempre più lontano dalle professioni virtuali di oggi, tra carta e computer, in cui non si vede mai il prodotto di ciò che si fa. Il lavoro vero che serve per vivere, ma di cui a volte si finisce per morire.

.

Scritto da Barbara per NaturaDonna, novembre 2010

Discussion1 commento

Leave A Reply

Per dimostrare che non sei un programma automatico che genera spam, rispondi a questa domanda

I cookie ci aiutano a fornire i servizi erogati dal nostro sito web. Alcune pagine utilizzano cookie di profilazione di terze parti. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di naturadonna. Più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close